I single comprano casa: cresce la disponibilità di spesa. | Chicercacasa.it
Prec    Succ

I single comprano casa: cresce la disponibilità di spesa.

14 Novembre 2016

I dati emersi dall’analisi dell’Ufficio studi Tecnocasa – sulla disponibilità di spesa allo scorso luglio 2016 – ha fatto emergere anche che nelle grandi città la maggiore concentrazione della richiesta è compresa nella fascia di spesa più bassa, fino a 119mila euro (24,6%). Segue il 24,0% che si concentra nella fascia tra 120 e 169mila euro e il 22,3% di quella tra 170 e 249mila euro.

Esaminando più in dettaglio la domanda di abitazioni si scopre che la maggioranza delle richieste riguarda immobili dal valore compreso tra 250 e 349mila euro rispettivamente con 25,4% e 23,4%. Ma una buona quota delle richieste è concentrata anche nella fascia compresa tra 170 e 249milaeuro, mentre la fascia di spesa che incide maggiormente è compresa tra 120 e 169mila.

Il trend sulla disponibilità è comunque variegato rispetto alle singole città capoluogo. Bergamo è fra le città che registrano un aumento maggiore della percentuale di coloro che desiderano spendere fino a 119mila euro. In diminuzione la percentuale di richieste nelle fasce di spesa intermedie, in particolare per quella compresa tra 170 e 249mila euro (-1,8%).

Intanto dall’elaborazione dei dati sulle compravendite del primo semestre 2016 fatto dall’Ufficio studi Tecnocasa, emerge che nel 45,8% dei casi, quasi uno su due, gli acquirenti sono single, dove questa categoria è composta da celibi-nubili, separati-divorziati e vedovi. La percentuale è leggermente inferiore a quella registrata un anno fa, nel primo semestre del 2015, quando si attestava al 47,7%.

A livello nazionale la tipologia preferita da questo target è stata il trilocale (37,5%), seguita dal bilocale (26,9%). Ville, villette, rustici, loft, case indipendenti e semi indipendenti compongono insieme il 14,1% degli acquisti. Nel Bel Paese il 43,7% dei single che ha comprato attraverso le agenzie del Gruppo Tecnocasa ha un’età compresa tra 18 e 34 anni, il 29,5% ha tra 35 e 44 anni, seguiti da percentuali in progressiva decrescita all’aumentare dell’età.

L’86,4% delle compravendite da parte di single riguarda l’acquisto dell’abitazione principale, il 10,7% l’investimento e il 2,9% riguarda la casa vacanza. Rispetto ad un anno fa queste percentuali sono rimaste sostanzialmente invariate, con un lieve incremento della percentuale di acquisti di casa vacanza passati dal 2,2% al 2,9% attuale. Sempre nella prima parte del 2016, il 60,2% dei single ha usufruito di un mutuo bancario, mentre il 39,8% ha comprato in contanti. Rispetto ad un anno fa un leggero aumento della percentuale di acquisti con mutuo, passati dal 58,3% al 60,2%. Per quanto riguarda il mercato delle locazioni il 57,8% degli inquilini single ha preso casa in affitto per scelta abitativa, il 36,8% per motivi di lavoro ed il 5,4% per motivi legati allo studio.

Tag

ARTICOLICORRELATI

Casa: quali agevolazioni sono previste?

La casa torna pesantemente al centro della prossima manovra di Bilancio per il 2018. Incentivi fiscali, agevolazioni finanziarie, eco-bonus e ...

Continua a leggere

HOMI: il Salone degli Stili di Vita | Milano

Il Salone degli Stili di Vita si terrà dal 12 al 15 settembre. Il design e l’arredamento non sono ...

Continua a leggere

chicercacasa
quilatrova